L’importanza del nome del dominio per un sito web

 

Se avete deciso di creare un vostro sito internet, uno dei primi passi è sicuramente quelli di scegliere e registrare il nome del dominio. Non è facile scegliere quello giusto, ricordate che sarà determinante per il vostro business. Ecco per voi alcuni consigli. Il consiglio primario è quello di affidarvi a degli esperti come l’agenzia ElaMedia Group per la realizzazione di siti web a Roma: non tutti sono in grado di creare un sito veloce, intuitivo, semplice ed efficace, un sito lento e male organizzato e peggio di non averne nessuno perché mina la credibilità della vostra professione.

Innanzitutto partiamo dallo scopo del nome di dominio: comunicare, dare un’ idea di cosa trattasi il sito e della sua importanza. Bisogna dare subito l’indicazione: se parliamo di pronto intervento, è bene scrivere prontointervento.it , se vi occupate di legge e consulenza legale  assistenzalegale.it potrebbe essere una buona scelta. In questo campo la banalità premia: nomi o sigle incomprensibili non sono facilmente intuibili e dunque sono bocciati.

Naturalmente bisogna acquistare il prima possibile il dominio che si desidera, perché rischiate di trovarlo già impegnato, data l’enorme quantità di siti internet che nascono ogni giorno. Verificate anche le estensioni disponibili del nome scelto, magari troverete disponibile per l’acquisto il .it e non il .com o viceversa.

I consigli assoluti, che valgono per qualsiasi situazione sono tanto semplici quanto banali:

  • la brevità della parola o della  sigla che si vuole utilizzare

  • il carattere generico e descrittivo

  • l’inserimento della parola chiave che per la quale vi volete far trovareuna parola geolocalizzata che riprenda il brand

L’estensione

Importante anche la scelta dell’estensione.  Quelle disponibili sono tante .it, .com, .eu, .org . Facciamo un po’ di ordine: il .it, richiama il mercato nazionale. Se invece utilizzerete il .com potrete raggiungere un mercato più internazionale. Così .eu invece vale per tutta Europa, mentre .org  mira a mercati internazionali, associazioni e enti caritatevoli.

Questi sono quelli classici, ma ce ne sono molti altri che rendono più mirato il settore di competenze. Ad esempio abbiamo .pizza o per quanto riguarda le bevande .wine . Se invece parliamo di uno studio esiste appunto anche il dominio .studio.  Un’ottima strategia è quella di offrire visibilità anche tramite i social media, per non disperdere il proprio bacino di utenza si consiglia di dare uno stesso nome a blog, pagine sui social e sito, così da uniformare il tutto.

Una volta acquistato un dominio mi raccomando attenti alle scadenze e dunque a non perderlo. Il cambiamento di dominio rischia di farvi perdere clienti. Dunque occhio alle scadenze, accettate le mail di servizio e abilitate il rinnovo automatico per rimanere tranquilli.

 

Add Comment